Comunedimontanoantili a provincia di salerno




Yüklə 21.51 Kb.
tarix30.04.2016
ölçüsü21.51 Kb.




C O M U N E D I M O N T A N O A N T I L I A

PROVINCIA DI SALERNO

************

Ordinanza Sindacale 05 del 4.04.2008

IL S I N D A C O

PREMESSO:

. • Che i rifiuti prodotti nella forma "tal quale" costituiscono una continua emergenza sia a causa della quantità giornaliera prodotta in continuo aumento sia per la crisi che riguarda gli impianti finali di conferimento del "tal quale" nella regione Campania, con il conseguente aumento dei costi;


. • Che le pubbliche amministrazioni in base alla normativa vigente hanno l'obbligo di predisporre ogni azione di prevenzione/riduzione delle quantità di rifiuti e devono svolgere azioni rivolte alla valorizzazione, studio e introduzione di sistemi integrati per favorire il massimo recupero di energia e di risorse. In particolare, i singoli comuni devono impegnarsi a raggiungere gli obiettivi di raccolta differenziata finalizzata al riutilizzo, al riciclaggio e al recupero delle frazioni organiche e dei materiali recuperabili riducendo in modo sensibile la quantità di rifiuti secchi indifferenziati da conferire nelle cosiddette discariche;

. • Che, in caso di mancato raggiungimento dell’obiettivo previsto dalle norme di settore, la tassa sulla raccolta rifiuti è destinata ad aumentare, con l'aggravio delle sanzioni per i Comuni che non rispetteranno gli obblighi previsti;

. • Che a questo fine è stato approvato il Piano di raccolta, con delibera di G.M. n.14 del 28.02.2008, nel quale sono riportate le modalità di effettuazione del Servizio Integrato Gestione Rifiuti, finalizzato al raggiungimento degli obiettivi minimi del 40% di raccolta differenziata sul territorio comunale, così come disposto dal Decreto Legislativo 22/1997 come modificato dal Decreto Legislativo 152/06;

. • Che il servizio, come da Ordinanza del Presidente del Consiglio dei Ministri n. 3564 del 09/02/2007 è stato affidato al Consorzio BN1 di cui fa parte questo Ente e che è stata avviata la campagna di informazione e sensibilizzazione per la riduzione dei rifiuti e per rendere pubblica la modalità di raccolta differenziata dei rifiuti;



CONSIDERATO
• Che, al fine di raggiungere gli obiettivi suddetti, è stato introdotto sul territorio comunale il sistema di raccolta dei rifiuti urbani e assimilati in regime di raccolta differenziata attraverso servizi di tipo "porta a porta" e quindi risulta necessario emanare dettagliato provvedimento sulle disposizioni cui devono attenersi i soggetti produttori di rifiuti;

. • Che il servizio di raccolta differenziata nel Comune di Montano Antilia è svolto per le seguenti tipologie di rifiuti urbani e assimilati: frazione organica, plastica, carta e cartone, vetro, ingombranti e beni durevoli, pile, farmaci, secco non riciclabile;

• Che, a tale riguardo, si è provveduto alla distribuzione delle attrezzature e dei materiali necessari all'espletamento del sistema di raccolta dei rifiuti urbani e assimilati in regime di raccolta differenziata attraverso servizi di tipo"porta a porta";

• Che risulta opportuno disciplinare il servizio, nella fase di avvio, con apposita ordinanza al fine di consentire il regolare svolgimento delle attività previste nel Piano di raccolta, approvato con la citata deliberazione di giunta comunale n. 14 del 28/02/2008.

Visto l’art. 50 del T.U. degli EE.LL. approvato con D.Lgs. n. 267/2000;

Visto il Decreto Legislativo 3 aprile 2006, n. 152 recante "Norme in materia ambientale";

Visto il vigente Statuto del Comune di Montano Antilia ;

Visto il Piano di raccolta approvato con Delibera di Giunta Comunale n. 14 del 28.08.2008;



O R D I N A

il divieto di conferimento dei rifiuti di ogni tipo nei contenitori posti lungo le strade a partire dalla mezzanotte del giorno 5 APRILE 2008 al fine di consentire lo spostamento degli stessi in apposita area di ricovero, con l'obbligo di differenziare i rifiuti prodotti riponendoli negli appositi sacchetti forniti dal Comune e di mantenerli presso il proprio domicilio fino al 7 APRILE 2008;



A tutta la cittadinanza, alle utenze domestiche e alle utenze non domestiche di adeguarsi al nuovo sistema di raccolta differenziata dei rifiuti urbani e assimilati utilizzando esclusivamente i contenitori e i sacchi forniti dal Comune conferendo i rifiuti nel rispetto del seguente calendario e con le prescrizioni indicate nel depliant distribuito alla cittadinanza , di seguito sinteticamente riprodotto :

  • ORGANICO (Scarti di cucina freddi; Resti Animali; Gusci d’uova; Salviette di carta unte; Scarti di verdura e frutta; Fondi di caffè e filtri di the; Escrementi e lettiere di animali domestici; scarti verdi di fiori, piante e di giardino) utilizzando il sacco bianco in Mater-Bi entro e non oltre le ore 7:00 dei giorni di Martedì- Giovedì- Sabato) ;

  • CARTA E CARTONE – (giornali, riviste, libri, quaderni, fogli, cartone e cartoncino tagliati e appiattiti per ridurne il volume, , tutti gli imballaggi in cartone ondulato di qualsiasi forma o misura, ecc..) utilizzando il sacco di colore azzurro entro e non oltre le ore 7:00 del I° e III° venerdì di ogni mese per le abitazioni, mentre per gli esercizi commerciali il ritiro avviene tutti i venerdì del mese; ( Non vanno nella raccolta differenziata tutti i materiali non cellulosici, i contenitori di prodotti pericolosi, carte sintetiche, carta sporca.);

  • MULTIMATERIALE (contenitori vuoti per bevande e liquidi, flaconi vuoti per detersivi, pellicole di plastica, vaschette per dolciumi e alimenti in genere e tutti i contenitori e imballaggi con i simboli PVC –PET –PE –SAB , SCATOLETTE E LATTINE IN BANDA STAGNA ) utilizzando il sacchetto giallo entro e non oltre le ore 7:00 del Lunedì.

Non vanno nella raccolta differenziata del multi materiale : Batterie esauste; Medicinali; Stracci.

  • R.S.U., INDIFFERENZIATO – ( Carta Carbone, oleata, plastificata ; Stracci – Calze di nylon – Scarpe vecchie; Cocci di ceramica; pannolini assorbenti; Cosmetici, Polveri dell’aspirapolvere- Piccoli oggetti in legno verniciato - lampadine ) utilizzando il sacco grigio entro e non oltre le ore 7:00 nel giorno di mercoledì;

  • - INGOMBRANTI – (mobili, elettrodomestici, manufatti ecc. ecc.) : Il SERVIZIO RACCOLTA INGOMBRANTI VERRA’ ESPLETATO IL III° VENERDI’ DEL MESE PREVIA PRENOTAZIONE ATTRAVERSO IL PERSONALE ADDETTO ALLA RACCOLTA, NELLO STESSO GIORNO SARANNO RITIRATI ANCHE INDUMENTI, SCARPE E TESSUTI CHE ANDRANNO DEPOSITATI, PULITI ED ASCIUTTI IN SACCHI TRASPARENTI.




  • VETRO E LATTINE – (bottiglie vuote, vasetti e bicchieri di vetro, barattoli , vetri vari anche se rotti, ecc.) devono essere depositati nell’apposito contenitore stradale/campana .

Non vanno nella raccolta differenziata specchi, porcellana, ceramica, lampadine e neon, parabrezza auto.
E’ fatto obbligo a tutti i soggetti produttori di rifiuti di depositare i contenitori, provvedendo alla collocazione degli stessi fuori dalla porta di ingresso dello stabile prospiciente la via pubblica, nei giorni di raccolta predeterminati come previsto nel calendario recapitato a tutti gli utenti.

E’ fatto obbligo ai soggetti produttori dei rifiuti dei condomini di conferire gli stessi nei contenitori, ove distribuiti, i quali dovranno essere conservati all’interno dei condomini, dei fabbricati ovvero nelle aree private o di pertinenza degli edifici ed , in ogni caso, provvedendo alla collocazione degli stessi fuori dalla porta di ingresso dello stabile prospiciente alla via pubblica, nei giorni di raccolta predeterminati come previsto nel calendario di cui sopra.



Ordina altresì il divieto di:
1. 1. Abbandonare e depositare in modo incontrollato rifiuti sul suolo e nel suolo nonché di immettere rifiuti di qualsiasi genere nelle acque superficiali, sotterranee e in atmosfera.
2. 2. Gettare, versare o depositare in modo incontrollato sulle aree pubbliche e private di tutto il territorio comunale qualsiasi rifiuto, immondizia, residuo solido, semi solido e liquido e in genere materiali di rifiuto e scarto di qualsiasi tipo, natura e dimensione, anche racchiuso in sacchetti o contenuto in recipienti; il medesimo divieto vige per le superfici acquee, i rii, i canali, i corsi d'acqua, i fossati, gli argini, le sponde, nonché i cigli delle strade ricadenti in territorio comunale.
3. 3. Depositare, presso i contenitori a campana ed i contenitori per la raccolta mobile, qualsiasi rifiuto, immondizia, residui provenienti da attività agricole, agroindustriali e da lavorazioni in genere.
4. 4. Esporre sacchi contenenti rifiuti o componenti degli stessi sulla via pubblica in giorni e in orari diversi da quelli stabiliti dal servizio di raccolta domiciliare e differenziata dei rifiuti, con il sistema "porta a porta";
5. 5. Su tutto il territorio comunale smaltire tramite combustione all'aperto rifiuti di qualsiasi genere. Tale divieto non si applica per i rifiuti vegetali a condizione che vengano combusti in aree agricole, nel rispetto delle leggi e delle disposizioni in materia vigenti e adottando le cautele per limitare al massimo i pericoli e le emissioni.
6. 6. Abbandonare sul suolo pubblico escrementi di cani ed ogni altro animale.

A V V E R T E

Che il mancato rispetto della presente Ordinanza per le violazioni di seguito descritte, comporterà l’applicazione nei confronti dei trasgressori delle sanzioni, tenuto conto degli articoli 114 e 117 della Costituzione, dell’articolo 7-bis del D.lgs. 267/2000 e con le modalità di cui alla Legge 689/1981:

  1. a) da € 25,00 a € 500,00 per ogni tipologia di rifiuti urbani e speciali assimilati riciclabili conferita con modalità difformi da quelle previste nel presente atto;

  2. b) da € 105,00 a € 620,00 l’abbandono o deposito da parte di chiunque di rifiuti sul suolo o l’immissione in acque superficiali o sotterranee;

  3. c) da €25,00 a € 150,00 se l’abbandono di rifiuti sul suolo riguarda rifiuti non pericolosi e non ingombranti.

1. È fatta salva la segnalazione all'Autorità Giudiziaria, qualora la violazione costituisca fattispecie punibile ai sensi delle leggi vigenti, ovvero ipotesi di reato nonché l’applicazione delle disposizioni di legge vigenti in materia.

2. I rifiuti collocati in violazione delle caratteristiche quantitative o qualitative prescritte dal presente atto, saranno lasciati sul posto. Dopo il passaggio degli operatori, il produttore avrà l’obbligo di ritiro immediato dei medesimi dagli spazi pubblici.

D I S P O N E

1. 1. L'invio della presente al Segretario Comunale affinché la presente Ordinanza sia resa pubblica mediante l'affissione all'Albo Pretorio del Comune, e sia data ampia pubblicità alla cittadinanza, anche mediante pubblicazione sul sito internet del Comune di Montano Antilia e affissione di manifesti;


2. 2. Che il provvedimento medesimo venga notificato al Consorzio smaltimento rifiuti Corisa 4 , con sede in Vallo della Lucania;
3. Che il provvedimento medesimo venga notificato al responsabile del Settore del comune di Montano Antilia;
4. Che copia di detto atto venga trasmessa:
• Al Comando Polizia Municipale, alla locale stazione dei Carabinieri di Laurito al fine dell’osservanza della presente ordinanza;
• Alla Provincia di Salerno , Alla Prefettura di Salerno , al Commissario straordinario per l'emergenza rifiuti della regione Campania, all'ARPAC provinciale e all'ASL di competenza.

I N F O R M A

Che avverso la presente ordinanza è ammessa proposizione di ricorso giurisdizionale avanti al Tribunale amministrativo regionale competente per territorio secondo le modalità di cui alla legge 6 dicembre 1971, n. 1034 e successive modificazioni ed integrazioni ovvero è ammesso ricorso straordinario al Capo dello Stato ai sensi del decreto del Presidente della Repubblica 24 novembre 1971, n. 1199, rispettivamente entro 60 e 120 giorni dalla data di avvenuta notificazione del presente atto.

Dalla Residenza Municipale, 4 aprile 2008
IL SINDACO

- Rag. Domenico Serra -





Verilənlər bazası müəlliflik hüququ ilə müdafiə olunur ©www.azrefs.org 2016
rəhbərliyinə müraciət

    Ana səhifə